Strage di Capaci: dopo le rivelazioni di Report, perquisite la redazione e la casa di un inviato

Su disposizione della Procura di Caltanissetta, perquisite stamani la redazione di Report  e l'abitazione dell'inviato della trasmissione di RaiTre, Paolo Mondani. "Il motivo - scrive il giornalista di Raitre su Fb - sarebbe quello di sequestrare atti riguardanti l'inchiesta di ieri sera sulla strage di Capaci nella quale si evidenziava la presenza di Stefano delle Chiaie, leader di Avanguardia nazionale, sul luogo dell'attentato di Capaci. Gli investigatori cercano atti e testimonianze anche su telefonini e pc".
La perquisizione eseguita dalla Dia nei confronti di "un giornalista che non è indagato", ha detto  il procuratore di Caltanissetta, Salvatore De Luca, punta a "verificare la genuinità delle fonti". Il magistrato ha inoltre sottolineato che la "perquisizione non riguarda in alcun modo l'attività di informazione svolta dal giornalista, benché la stessa sia presumibilmente susseguente ad una macroscopica fuga di notizie, riguardante gli atti posti in essere da altro ufficio giudiziario".

"Da parte nostra c'è massima collaborazione. Siamo contenti se abbiamo dato un contributo alla magistratura per esplorare parti oscure", ha da parte sua commentato Sigfrido Ranucci

"Tra le prime reazioni quella della Federazione Nazionale della Stampa, il sindacato dei giornalisti: "Dopo la puntata su Capaci - scrive su Twitter Giuseppe Giulietti - sarà il caso di lasciare in pace la redazione, Paolo Mondani e di perquisire, invece, quelli che, da trenta anni, sono riusciti a restare in una ben protetta 'oscurità'". 

 

Magazine

  1. Mondo
  2. Italia
  3. Arte e Cultura
  4. Musica
  5. Media e TV
  6. Roma

Video dalla rete

Watch the video

parlamento europeo